Descrizione progetto

Tecnica mista su tela
120cm x 89cm
2012
In questa tela Patti Smith viene celebrata come una Venere deforme che esce impettita e fiera dalla spuma del mare. Il viso e la scena, impostati dall’artista, rendono merito al suo nomignolo di “Sacerdotessa maudit (maledetta) del rock”. La scena immaginata da Pambianchi è quella di una donna mutilata, crocefissa, tatuata, denudata, in abiti da lottatrice, così fragile e decadente ma anche così potente e forte come le sue liriche rivoluzionarie.


Il tuo nome *

La tua email *

Oggetto

Il tuo messaggio

Ho preso visione della Policy estesa e acconsento al trattamento dei miei dati